IN ITALIA SI PUÒ FARE SISTEMA 


Fiera di Rimini e Fiera di Vicenza verso l’integrazione

 

Lorenzo Cagnoni presidente Fiera di Rimini e Matteo Marzotto, presidente di Fiera di Vicenza hanno siglato una lettera di intenti, con un accordo di esclusiva, per verificare la fattibilità di un’operazione finalizzata all’integrazione delle due Società. L’obiettivo è la costituzione di un primario soggetto fieristico nazionale in grado di competere sui mercati internazionali, confermando la volontà di accedere alla quotazione in Borsa.  Per Paolo Marzotto è una operazione nuova nel settore fieristico “che vede insieme due aziende sane e robuste, con ruoli distinti ma complementari, che scommettono sullo sviluppo di un progetto industriale che coglie opportunità di mercato e che le porterà a importanti dimensioni e volumi societari”.

Lorenzo Cagnoni ha dichiarato: “Questa operazione è una grande opportunità per il Sistema Italia innanzitutto dal punto di vista industriale. Una novità per il settore fieristico nazionale. Grazie alle competenze e alla visione delle due società e al loro portafoglio prodotti si potrebbe dare vita ad una piattaforma di eccellenza.  Uno dei primissimi Exhibition Provider del Paese, e senz’altro un player di valore internazionale, dimostrando che anche in Italia si può fare sistema”.

I due poli fieristici operano con un ruolo primario sul mercato interno e su quello internazionale e presidiano oltre 60 comparti  economici tra i quali le fiere Innovation Technology Light, Key Energy, Digital World, SIA (Rimini) e Arredamento e la storica Koinè (Vicenza).

 

Fiera di Rimini, bilancio 2015: 74,9 milioni di euro (+10,1% rispetto al 2014), con un mol di 12 milioni (che si attesta sui livelli del 2014 nonostante l´annualità “dispari” senza Tecnargilla e IBE)  e un utile netto di 3,7 milioni di euro. Nel 2015, Rimini Fiera ha visto in calendario 41 manifestazioni totalizzato 8.525 espositori, 141 i  congressi e gli eventi ospitati. L´attività di Rimini Fiera ha generato sul territorio oltre 2 milioni di presenze.

Fiera di Vicenza, bilancio 2015: utile netto di 1,24 milioni di euro. I ricavi netti sono aumentati del 14,5% rispetto al 2014, pari a 36,8 milioni di euro.  Risultato Operativo Lordo (EBITDA) ha registrato un incremento di 2,03 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente, raggiungendo i 7,3  milioni di euro, pari al 19,7% del fatturato. Fiera di Vicenza ha visto in calendario oltre 22 manifestazioni.

Precedente L’Internet delle cose e degli oggetti
Prossimo La luce di Paul Nulty