MYPLANT & GARDEN


Myplant & Garden
Garden design by DGD Landscape Gardeners

INTERNATIONAL GREEN EXPO

 

Paesaggio, progetto, green building, incontri, eventi: tutto questo è Myplant & Garden, fiera internazionale riservata agli operatori del florovivaismo che si svolgerà dal 22 al 24 febbraio 2017 a Fiera Milano Rho-Pero.
Partner AIDI, AIAPP, Politecnico di Milano, Ordine Architetti Milano, Paysage, Edilportale, Green City Italia, EN Space.

Myplant & Garden è paesaggio, filiera verde, agronomia, decorazione, tecnologia, giardinaggio, architettura, botanica, illuminazione, ecc., ma anche imprese, centri di ricerca, ordini professionali, università, scuole tecniche, associazioni, consorzi, professionisti, rappresentanti della pubblica amministrazione. Sono 567 i marchi in esposizione (con un incremento del 30% sul 2016), 109 delegazioni ufficiali di buyer esteri, 40  tra incontri, convegni e talk.

Dal convegno sui Green Jobs all’incontro sulla formazione per i professionisti del paesaggio, dai talk quotidiani con AIAPP all’illuminazione, dalla tavola rotonda sui Giardini storici e parchi museo ai talk dai titoli interessanti con ospiti internazionali di Green City Italia e altro ancora.
Pensiamo anche d’attualità, nei giorni della fiera e non solo, e dunque confronto, l’installazione verde in piazza Duomo di palme trachycarpus fortunei, progettata da Marco Bay e finanziata da Starbucks (finalmente anche a Milano!): un’architettura verde che vuole ricordare il progetto di Ignazio Gardella per un loggiato mai costruito nella piazza davanti alla gotica cattedrale. Questa realizzazione verde attiverà lunghi dibattiti (“abbattiamo le palme in piazza Duomo”, “se fossero a Berlino o a Londra, andremmo a dire che sono pop”, “no a palme e banane davanti al Duomo”, ecc.), come fu per l’illuminazione del Castello molti anni fa, quasi un derby! E come la luce e l’arte, anche il verde accende dibattiti e crea scompiglio. Forse a Milano, ha detto qualcuno, tutto ha un senso, dal Futurismo al Pirellone, alla Torre Velasca, al bello e coraggioso Bosco Verticale di Stefano Boeri, alla Fondazione Feltrinelli di Herzog & De Meuron, la piazza Gae Aulenti, alle cinque declinazioni di architettura sostenibile prossime a Milano di Mario Cucinella, che hanno tutte buon rapporto con la luce e con il verde, che vuol dire qualità della vita.

Molte e interessanti dunque le occasioni d’incontro, di relazioni, di approfondimento per i professionisti dell’architettura e del paesaggio verde nei giorni di Myplant & Garden!

 

Sull’illuminazione segnaliamo due tavole rotonde:

Giovedì 23 febbraio, ore 14.00
Giardini storici e parchi museo. Incontro tra Natura, Cultura e Architettura 

Opportunità e benefici per il territorio circostante e per gli operatore del settore (paesaggisti, vivaisti, agronomi, restauratori, agenzie di comunicazione, allestitori, ecc.) con un’intelligente gestione e valorizzazione del verde e del patrimonio architettonico non limitata alla pur importante conservazione, ma contenitori di eventi e maggiore godimento pubblica. Come ha ben spiegato Giordano Bruno Guerri parlando del suo Vittoriale a Gardone Riviera e della nuova illuminazione, grazie a Regione Lombardia e A2a, nell’Arengo, nell’Anfiteatro, nel laghetto delle Danze, nei viali, nel parco, ecc., “L’illuminazione saprà valorizzare le strutture e permetterà di aumentare la capacità ricettiva del Vittoriale, fino ad oggi la casa è stata in grado di offrire 800 accessi al giorno. In futuro potrà incrementare gli ingressi grazie alle aperture serali e notturne”. Casa museo che il presidente Guerri ha riportato in pochi anni alla luce culturale con un crescendo di visitatori dopo un lungo periodo di oblio.

Interventi di:

  • Maurizio Varratta, architetto
  • Vittorio Peretto, garden designer Hortensia
  • Stefano Rosset, A2A Illuminazione Pubblica

Modera: Margherita Suss, Presidente AIDI

 

Giovedì 23 febbraio, ore 15.30
Facciamo luce sul verde. Photo-sintesi di una corrispondenza biunivoca

 Tavola rotonda sul rapporto tra illuminazione artificiale e verde, luce e paesaggio, luce e ombra; il verde verticale, peculiarità progettuali; interni più verdi grazie all’illuminazione artificiale, nuova luce nelle serre, le forme del lighting design negli spazi verdi.

Interventi di:

  • Andrea Cassone, AIAPP Lombardia
  • Giordana Arcesilai e Simona Ventura, architetti
  • Paolo Pignataro, agronomo
  • Maria Eva Giorgioni, dipartimento di Scienze Agrarie, Università di Bologna
  • Maurizio Fasolo, ingegnere
  • Fabio Bergami, responsabile architectural lighting

Modera Silvano Oldani, Direttore di LUCE.

 

www.myplantgarden.com

 

 

Precedente Siegrun Appelt e la luce lenta
Prossimo CLAY PAKY E IL NUOVO CENTRO DI RICERCA OSRAM