Al via da oggi, 28 febbraio 2017, la 14°esima edizione del Monte-Carlo Film Festival che si concluderà il 5 marzo, l’evento ideato nonché diretto con grande tenacia e passione da Ezio Greggio dedicato alla Commedia. Patrocinato da SAS Alberto II di Monaco e dall’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco, l’evento è stato voluto nel lontano 2011 da Greggio e da Mario Monicelli, che hanno sempre sostenuto il ruolo fondamentale di questo genere di film, di solito considerato “minore” dalla critica ma molto amato dal pubblico e pertanto dai produttori e dai distributori.

Luce e cinema, o luce nel cinema: un coppia indivisibile dai tempi dei fratelli Lumière a Parigi, nel Salon indien du Grand Café, al nº 14 del Boulevard des Capucines, nel lontano 28 dicembre 1895 per 33 presenti tra cui due giornalisti! Quella luce che vediamo sullo schermo, amata dai molti che attendono che si spenga in sala, dove anche da soli non si sentono soli, come molti affermano, perché il cinema è uno straordinario amplificatore che comunica rapporti e sentimenti, quelli che solo il grande schermo sa trasmettere.

Il Festival e UCI (United Cinemas International) hanno scelto di avvalersi della collaborazione di OSRAM per le proiezioni dei film in gara presso le sale del Théâtre des Variétés di Montecarlo, riconoscendo la qualità e le alte prestazioni delle lampade OSRAM XBO che scrivono la storia del cinema da oltre 60 anni e, nonostante l’avvento del digitale abbia reso più complessa la tecnologia della proiezione, sono sempre all’avanguardia grazie al continuo investimento da parte dell’azienda nel migliorarle. Sono lampade allo Xeno che rispondono perfettamente alle esigenze dei nuovi proiettori digitali e degli schermi di grandi dimensioni, garantendo, oltre che una lunga durata, una temperatura del colore di tipo luce diurna di 6000K e un’elevata luminanza che assicura immagini brillanti ad alta risoluzione.

Tornando al Film Festival, sabato 4 marzo, per esempio, oltre alle proiezioni dei film in concorso e alle lezione di cinema con docenti d’eccezione come John Landis, Costa Gavras – che riceverà il Premio alla carriera –, o Riccardo Scamarcio ed Enrico Montesano, anche l’anteprima mondiale “Questione di Karma” di Edoardo Falcone.
Presidente onorario del Festival è il regista John Landis, autore di The Blues Brothers (1980), Una poltrona per due (1983) e di altri film entrati nella leggenda del cinema. Presidente della giuria che assegnerà i premi alla miglior commedia, miglior regia e ai migliori interpreti, il regista de Il Postino Michael Radford, l’attrice italiana Violante Placido, il critico del settimanale americano Variety Peter Debruge e la costumista Deborah Landis. Una giuria popolare presieduta da Remo Girone assegnerà il premio del pubblico. Il 5 marzo il Gala degli Awards condotto da Enzo Greggio al Teatro Grimaldi Forum di Montecarlo con la consegna dei premi. Festa del cinema e di luce!